IL CAMINO DI SANTIAGO DE COMPOSTELA IN BICICLETTA

Le strade che portano a Santiago sono diverse, noi vi proponiamo il Camino Francese e di iniziare il Camino da Leòn. Da qui fino Santiago i pellegrini possono ottenere la Compostela, diploma che certifica la realizzazione di almeno 200 chilometri in bici fino al Santuario.

Molte erano le strade che portavano a Santiago nei tempi antichi. Si partiva da casa e il cammino era iniziato. Quattro erano le rotte che scendevano dall'Europa e tutte si incontravano a Roncisvalle. Il Cammino più battuto era ed è tuttora quello che viene denominato il Camino Francese. È l'itinerario più popolare. Comincia sui Pirenei e procede lungo due varianti che corrispondono a due diversi punti di ingresso: Roncisvalle (in Navarra) e Somport (in Aragona). I percorsi si unificano presso la località di Puente la Reina, per dirigersi poi verso la Galizia attraversando i territori di La Rioja e Castiglia e León. Il percorso del Cammino di Santiago è ben segnalato. Nonostante il tracciato originale subisca costantemente alterazioni per via della costruzione di nuove strade, la lottizzazioni di terreni e l'apertura di autostrade, non c’è pericolo di smarrirsi perché la segnaletica è mantenuta costantemente evidente e chiara. Lungo la via, nelle campagne e nei villaggi, il Cammino è marcato da grandi frecce gialle, il segnale più frequente e rappresentativo del Cammino, e dalle pietre miliari decorate da una conchiglia stilizzata di colore giallo su sfondo azzurro, simbolo dell'Itinerario Culturale Europeo. Dopo Gerusalemme e Roma, Santiago di Compostela è la terza meta religiosa mondiale. Inoltre la via di Santiago e tutti i percorsi per raggiungerlo sono stato dichiarati nel 1987 “Itinerario culturale europeo” e nel 1993 Patrimonio dell’Umanità, riconoscimenti che lo rendono un percorso affascinante per tanti motivi storici e culturali che possono esulare da quello prettamente religioso e turistico-religioso. Si tratta insomma di un viaggio che, a detta di chi l’ha già fatto, va intrapreso almeno una volta nella vita.

CARATTERISTICHE TECNICHE PRINCIPALI:

  • Kilometri totali 300
  • Terreno principalmente sterrato con tratti in asfalto.
  • Sentieri con salite costanti e pedalabili. Le tappe sono di circa 55 km con andatura turistica.
  • Bici consigliate Mountain Bike (listino noleggi)
  • Grado di difficoltà, Difficile. Vedi (Informazioni Utili)
  • Abbigliamento consigliato, Tecnico. Vedi (Abbigliamento)

COME ARRIVARE:

  • In aereo,  Roma Ciampino/Fiumicino destinazione  Santiango de Compostela.

HIGHLIGHTS:

  • Creuza de Fer, Cattedrale di Leon, O'Cebreiro, Il Camino come Patrimonio Dell'Umanità, Sepolcro dell'Apostolo, Cattedrale di Santiago, Castello di Sarria, Castello di Astorga, Cattedrale di Astorga, Ponte di Ferro di Ponferrada, Chiesa Fortezza dei Cavalieri di San Giovanni, Capo Finisterre.

Dettagli del viaggio:

La prima cosa da fare prima di partire per il viaggio in bici vero e proprio è la "Credencial del Peregrino" (un tesserino dove poi verranno raccolti i timbri dei vari ostelli in cui si alloggerà), presso l'ufficio accoglienza pellegrini a Leon. Il programma prevede 9 giorni e 8 notti.

PROGRAMMA:

1° GIORNO: Arrivo a Leon con mezzi propri. 

Ritrovo in Hotel nel primo pomeriggio e visita della Città di León. León presenta alcuni dei monumenti storici-artistici più rilevanti della Spagna, come la sua cattedrale, gioiello del gotico e capolavoro dell'architettura. Fu costruita tra i secoli XIII e XVI, e restaurata durante il secolo scorso. Emerge, anche, la Basilica romanica di San Isidoro (S. XI e XII ), dove si conserva il sepolcro di San Isidoro di Siviglia, ed il monastero di San Marcos con la sua magnifica facciata di stile plateresco. León conserva parte delle antiche mura romane che protessero la città. Cena libera in Città. Pernottamento in Hotel. 

2° GIORNO: Leon - Astorga. (50 km, 350 m di dislivello)

 Prima colazione in hotel. Inizio del tour: le distese di campi di grano chiamate Mesetas fanno da sfono a questa prima tappa di "riscaldamento" pianeggiante. Astorga, nota ai romani con il nome di Astúrica Augusta. In questa storica e religiosa città, confluiscono gli Itinerari Francese e quello della Plata. Domina la città la sua splendida cattedrale gotica, S.XV, con facciata barocca ed elementi rinascimentali. Cena libera in Città. Pernottamento in Hotel.

3° GIORNO: Astorga - Ponferrada. (54 km, 700 m di dislivello)

Prima colazione in hotel. Tappa di facile livello in cui lo scenario è ancora una volta quello della Spagna "campagnola e rurale". Il cammino lascia Astorga attraversando in primo luogo la piccola località di Campo, dove si trova l'eremita del Santo Cristo, per poi entrare nella nota città leonese di Ponferrada. In questa città, con antecedenti preistorici e romani, si entrava nel Medioevo da due accessi: per il ponte romano del fiume Boeza, che si sprofondò nel secolo XVIII; o scendendo per il cammino dei Galiziani e attraversando poi il fiume per il ponte medievale del Mascarón. Alla fine del secolo XI il vescovo di Astorga, Osmundo, ordinò costruire un nuovo ponte "la Pons ferrata", un passaggio con ringhiera di ferro che dette il nome alla cittadina. Cena libera in Città. Pernottamento in Hotel.

4° GIORNO: Ponferrada - O'Cebreiro. (52 km, 950 m di dislivello)

Prima colazione in hotel. Questa è la tappa un po' più impegnativa del viaggio con la salita al paesino medievale O 'Cebriero. La fatica della strada sarà abbondantemente ripagata dal magnifico panorama arrivati a destinazione. Si entra nelle terre galiziane attraverso Lugo, manca meno ormai per Santiago. Il primo paese lucense che percorre il cammino è O'Cebreiro, posto a 1.300 metri di altitudine. Si conserva qui un nucleo di "pallozas" case preromaniche a forma circolare e tetto di paglia e un bel tempio preromanico dei secoli IX-X, nel quale si può ammirare il Calice, la Patena del "Santo Miracolo" ed una preziosa scultura di legno romanica di Santa María la Real. Cena libera in villaggio. Pernottamento in Hotel.

5° GIORNO: O' Cebreiro - Portomarín. (60 km, 370 m di dislivello)

Prima colazione in hotel. Bellissima discesa da O'Cebriero e tappa pianeggiante fino a Portomanin, graziosa e storica cittadina. Dopo aver percorso numerosi borghi, arriva in una cittadina, un'urbe conosciuta, Potomarín. Questa cittadina, che già esisteva in tempi dei romani, fu un altro delle enclavi importanti del Cammino durante il Medioevo. L'antico Portomarín giace attualmente sotto le acque del bacino artificiale costruito nel 1962, anche se prima di inondarlo lo trasferirono, pietra su pietra; tra gli altri, la chiesa-fortezza dei Cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme, mentre chiese e i vecchi ponti medievali e romani, dormono sotto le acque del Miño. Cena libera in Città. Pernottamento in Hotel.

6° GIORNO: Portomarín - Arzúa. (51 km, 450 m di dislivello)

Prima colazione in hotel. Il verde del paesaggio prende il posto del colore del grano. Santiago è vicino. Tappa senza difficoltà con qualche saliscendi. Il camino lascia Palais del Rey per arrivare a La Coruña e subito dopo Melide. Questo villaggio è in posizione chiave, qui si fonde con il Cammino Francese, il camino proveniente da Oviedo. All'ingresso del paese il pellegrino scopre una croce in pietra del XIV secolo , uno dei più antichi della Galizia. Si arriva ad Arzùa. Cena libera in Città. Pernottamento in Hotel.

7° GIORNO Arzúa - Santiago. (40 km, 470 m di dislivello) 

Prima colazione in hotel. Il paesaggio della Galizia, con la sua vegetazione rigogliosa ci accompagna fino all'agognata meta. Tappa emozionante in cui ad ogni singolo km si è immersi nell'atmosfera che solo Santiago è capace di creare. Comincia il percorso per Burgo, al quale segue Arca, San Antón, Amenal e San Paio. Poi entra a Lavacolla, paese dove gli antichi pellegrini si lavavano e cambiavano per entrare nella città di Compostela. Dopo aver lasciato questo comune l'itinerario attraversa Villamalor, San Marcos, antico borgo dove troviamo una cappella in onore a San Marco, Monte do Gozo, San Lázaro, e finalmente, SANTIAGO DI COMPOSTELA. Cena libera in Città. Pernottamento in Hotel.

8° GIORNO: Santiago - Finisterre - Santiago in bus

Prima colazione in Hotel. In Bus, raggiungeremo Finisterre, da Santiago ed il Cammino verso la fine del mondo! L'arrivo nella città di Santiago de Compostela segna la fine del "Cammino" di tipo religioso. Il cammino verso Capo Finisterre detta in galiziano "Cabo Fisterra" ("Finis Terrae" ovvero "fine della terra") è un cammino diverso, certamente pagano, ma che ci permette di continuare ad ammirare paesaggi, spiagge e posti bellissimi della costa galiziana. Oggi per il pellegrino il punto più estremo è il luogo dov'è collocato il faro di Finisterre e la pietra miliare o cippo del "chilometro zero" del cammino di Santiago de Compostela. Finisterre è il luogo dove gli antichi pellegrini medievali raccoglievano sulla sue spiagge la famosa "Conchiglia di Santiago" o "Concha de Santiago" per testimoniare a se stessi e dimostrare al mondo d'aver percorso per intero "El Camino de Santiago". Rientro a Santiago passeggiare attraverso le tipiche strade medievali della cittadina e Cena libera a Santiago per festeggiare il tour trascorso. Pernottamento in hotel.

9° Giorno: Santiago. Prima colazione in hotel. Ripartenza da Santiago de Compostela verso le rispettive destinazioni. (Fine dei Servizi)

Varie ed eventuali: E' utile avere sulla propria bici un campanellino, servirà sul Cammino quando dovremo superare i molti pellegrini presenti. Attrezzarsi con un kit di sostituzione camere d'aria: lungo il percorso solo nelle grandi città troveremo centri assistenza e negozi di biciclette, quindi sul Cammino bisogna essere indipendenti al 100%. Facendo molte ore al giorno di attività fisica è bene bere molto: consigliamo di predisporre sulla bici almeno due portaborracce. Consigliamo inoltre di assumere sali minerali e integratori (meglio acquistarli in Italia, sul posto non si trovano facilmente). Entrando nelle varie città, è bene recarsi subito negli uffici turistici ("oficina del turismo", sempre ben segnalati e molto attivi). Qui si può richiedere gratuitamente una cartina della città, con tutte le indicazioni che servono.

DESCRIZIONI, ITINERARI, TRACCE, DETTAGLI ESCLUSIVAMENTE INDICATIVI. VERRANNO FORNITI COMPLETI IN FASE DI RISERVAZIONE.

  • Periodo: Su Richiesta
  • Costo: € 1000 a persona
  • Viaggi su misura: Possibilità di organizzare Tour individuali, con o senza guida. Nei tour individuali è possibile modificare il percorso a richiesta, sia riguardo al viaggio che alla lunghezza delle tappe. Per i Tour individuali, le date delle partenze, possono essere stabilite secondo proprie esigenze.
  • Minimo partecipanti: 4
  • Dove si dorme:

    In B&B, strutture ricettive similari, convenzionate

  • La quota comprende:

    8 notti e 9 gg. ospitalità in BB con sistemazione in doppia, guida, rimessaggio bici ed area per piccole riparazioni in hotel. Transfer in Bus A/R per Finisterre.

  • La quota NON comprende:

    Viaggio A/R, Assicurazione Medico Bagaglio e tutto quanto non espressamente indicato ne "la quota comprende".

  • Supplementi e riduzioni:

    Noleggio bike, accessori, pranzi e cene.

  • Categoria: Gruppo/Individuale
  • Prezzo per acquisto: € 1000
  • Prenota
RICHIEDI INFORMAZIONI